You are here

Blogs

L'avventura!

Cari Sostenitori, cari Amici che ogni giorno ascoltate le mie storie di barche,
sono diverse settimane che non vi scrivo raccontandovi le novità della mia attività sportiva. Come sapete, infatti, all’inizio di settembre ho comunicato la rinuncia, da parte di Stefano, a prendere parte alle competizioni in 49er. Nei due mesi successivi ho fatto il possibile per trovare un sostituto ma, purtroppo, non è stato possibile selezionare un timoniere con le credenziali e la disponibilità necessarie a un tale impegno.

La strada di casa

Oggi, dopo quattro giorni stupendi passati in Inghilterra si torna a casa!
Assieme a Simon ho caricato la barca sul tetto della mia auto. Come previsto il metodo di caricamento è abbastanza originale, speriamo di non avere problemi nel corso del trasporto.
Come promesso a Patrik e Amos prima della partenza allego una foto del veicolo.

Il primo volo

Finalmente!

Oggi, nella baia di fronte all'HISC Sailing Club, sotto la guida dell'esperto Simon Pyne, ho provato la mia nuova, bellissima, barca! La meteo era quella tipica inglese, forte vento, nuvole basse, un gelo che entra fin nelle ossa, e, ovviamente, dei fiocchi di neve grandi come palline da golf!
Ci siamo svegliati presto, abbiamo preparato la barca e ci siamo lanciati! Simon mi ha seguito con un gommone per darmi i primi consigli e Joelle, che saliva per la sua prima volta in gommone, si è occupata di documentare l'avvenimento.

Il viaggio, Lugano - Hayling Island

09 Febbraio 2013, Ore tre del mattino.

Cartina autostradale, té caldo, spazzolino, musica, vestiti caldi per il tempo inglese, pranzo al sacco, biglietti per il traghetto, serbatoio pieno, compagna di viaggio addormentata sul sedile passeggero della mia fedele Citroen C2. Ok, c'è tutto!

Accendo il motore, mi stiracchio per scacciare il sonno di dosso e parto. Finalmente questo fine settimana parto per andare a prendere GBR 9, il Fly Moth che ho comperato dal celebre velista Simon Payne.

La falena

Negli scorsi mesi, a seguito dell'abbandono della campagna olimpica in 49er a causa dell'impossibilità di reperire, all'interno del panorama velico svizzero, un timoniere competente, disponibile e, soprattutto, motivato, a regatare al mio fianco, ho analizzato con attenzione le possibili strade che la mia carriera velica avrebbe potuto prendere in futuro.

Pages

Subscribe to RSS - blogs